Rischi cavi elettrici.

Gli infortuni sul luogo di lavoro e non sono gravi e spesso evitabili.
Soprattutto quando riguardano i cavi elettrici.
Il fatto che siano danneggiati e non isolati comporta criticità da non sottovalutare.

Una guaina isolante per cavi elettrici potrebbe risolvere il problema alla radice.

Prevenire è sempre meglio che curare, in special modo quando si tratta di cavi elettri.

Gli incidenti sul lavoro

È risaputo come gli incidenti sul lavoro siano particolarmente gravi, sia per chi subisce l’infortunio che per l’azienda che ne è responsabile.
Quando si ha poi a che fare con l’elettricità il pericolo aumenta.

Le morti per folgorazioni avvenute in un’impresa edile o in un cantiere sono tragiche notizie che non vorremo mai leggere.
Spesso accade per il mancato intervento degli interruttori differenziali installati o la presenza di una nastratura eseguita frettolosamente sui cavi di alimentazione elettrica. Magari con un nastro isolante non idoneo. Anche se è prassi cambiare i cavi una volta danneggiati: le riparazioni momentanee non sono mai la soluzione più efficace.

Infatti cavi danneggiati, non fessurati e non idonei costituiscono la causa principale degli infortuni sul lavoro per quel che riguarda i cavi elettrici.

cavi elettrici rischi sul lavoro

Foto di phooto da Pixabay

Rischi legati ai cavi elettrici

Nel mondo del lavoro le situazioni che portano ad inconvenienti possono essere molteplici.
Stress, fretta e caos determinano spesso la sottovalutazione di rischi e pericoli.
Essere distratti o agitati non facilita certamente le cose.

Negli ultimi anni si sono fatti enormi passi in avanti per la prevenzione sul lavoro attraverso corsi di aggiornamenti e attrezzatura più sicura.

In effetti è proprio sull’attrezzatura utilizzata che si gioca la partita più importante: attrezzatura idonea e garantita aiuterà ad evitare disastri irreparabili.

Nei cantieri edili la presenza di terreno bagnato e sollecitazioni severe di apparecchi e conduttori rendono pericolosi i contatti diretti con parti in tensione di cavi e apparecchi elettrici danneggiati.

Inoltre anche il contatto di macchine come gru e pompe di cemento con linee elettriche aeree esterne possono risultare pericolose. Allo stesso modo è presente il rischio di contatto di macchine, come escavatori, con le linee elettriche interrate.

Altri rischi possono essere rappresentati da:

– Ustioni per surriscaldamento di parti elettriche o per innesco di materiali infiammabili e/o esplosivi;
– Ustioni/lesioni per malfunzionamenti di interruttori inidonei a interrompere l’arco elettrico che si produce nei corto-circuiti.

Le soluzioni

Una soluzione unica per ogni eventualità è difficile da trovare, se non impossibile. Come precedentemente detto le cause possono essere molteplici: dall’attrezzatura danneggiata alla distrazione degli operai.

Il connubio tra prevenzione ed informazione è la cosa più efficace.

Cavi con guaina isolante sono perfettamente indicati. Resistenti all’acqua e all’abrasione, gli isolanti elettrici sono in grado di garantire la sicurezza sul lavoro.

In conclusione

I danni principali sono dati da:
Distrazione sul posto del lavoro;
Attrezzatura non idonea

Essere in grado di prevenire entrambe le cose è il modo migliore per evitare problematiche date dai cavi elettrici nei cantiere.

Immagine copertina: Foto di ds_30 da Pixabay