Nell’intelligenza artificiale le due grandi super potenze si sfidano, e forse il vincitore non è così scontato.

L’intelligenza artificiale nella nostra vita

L’intelligenza artificiale (AI) ha fatto enormi passi in avanti negli ultimi anni. Anche se non tutti ne sono consapevoli, ognuno di noi ha quotidianamente a che fare con l’AI.

L’Intelligenza Artificiale è un ramo dell’informatica che si occupa di programmare e progettare sistemi hardware e software che permettono di dotare le macchine di determinate caratteristiche considerate tipicamente umane.

Un esempio è costituito dalla domotica.
Attraverso hardware e software ci è possibile comandare la nostra casa, parlare con un assistente digitale e accendere le luci o far partire la nostra canzone preferita.

Gli obiettivi dell’AI sono molteplici e in settori differenti. Viene infatti in soccorso nell’automotive per permettere alle vetture di guidarsi in autonomia così come nella medicina per aiutare i pazienti a risolvere i loro problemi più gravi.

Intelligenza-artificiale-robot

Photo by Possessed Photography on Unsplash

Ad esempio, gli arti meccanici di cui potrebbero venire disposti alcuni pazienti sono creati tramite l’AI.
L’automobile che si guida da sola è invece una realtà sempre più tangente. Alcuni modelli vengono già utilizzati ma solo in vari settori.
Inoltre, Tesla, auto elettrica per eccellenza, sta puntando molto sull’AI.

L’AI avrà un impatto sempre più ampio nella vita delle persone.

Ad esempio, attraverso l’Intelligenza Artificiale WASP è riuscita a costruire una casa con materiali naturali tramite stampanti 3D.

Grazie all’AI gli algoritmi sono in grado di apprendere dai propri errori e migliorare le loro performance.

La battaglia tra Cina e USA

I più grandi investitori nel settore AI sono gli Stati Uniti d’America e la Cina. I due continenti, rivali ormai da anni su molteplici fronti, sono anche quelli che più investono nell’AI.

Ma ora sembra sia giunto il momento di svolta. Infatti l’NSCAI, la Commissione di sicurezza nazionale USA sull’Intelligenza Artificiale, ha dichiarato che la Cina potrebbe superare gli USA nella prossima decade.

Eric Schmidt, che capitana la Commissione, ha detto:

“Le più grandi aziende tecnologiche americane non potrebbero mai competere con le risorse della Cina o mettere in campo i grandi investimenti di cui gli Usa hanno bisogno per stare avanti. Abbiamo necessità di un approccio ibrido che mescoli gli sforzi del governo e del settore privato per vincere la competizione tecnologica”

L’Intelligenza Artificiale è rilevante per gli enormi vantaggi competitivi che può portare sia nel settore economico quanto in quello militare.

Così Schmidt suggerisce che sia il campo politico ad affiancarsi alle grandi aziende tec USA per poter implementare gli studi e le applicazioni dell’AI.

 

Immagine di copertina Photo by Possessed Photography on Unsplash