La batteria delle auto elettriche è fondamentale per permettere a questo settore di cresce e maturare.
Ecco che sono in arrivo importanti novità.

Il mercato delle auto elettriche tra espansione e crisi

Negli ultimi anni è cresciuta sempre più la curiosità nei confronti delle auto elettriche, e con essa anche la volontà di cambiare realmente il mercato.
Merito di alcuni fattori che sono stati determinanti.
Certamente la figura di Elon Musk, pioniere in questo settore grazie alla sua Tesla, ha acceso l’interesse dei più curiosi.

Di pari passo, il riscaldamento globale ha evidenziato quanto sia necessario per l’umanità un cambio di rotta nei consumi e nell’inquinamento.
Così che il mercato delle auto elettriche si è espanso nell’ultimo periodo.
Sono aumentati i volumi di vendita come è aumentata la volontà, da parte dei consumatori, di passare alle auto alimentete ad energia elettrica.

Allo stesso tempo ci si è dovuti scontare con la realtà, che evidenzia quanto siano nette alcune mancanze.
Ad esempio, nel territorio italiano, le colonnine di ricarica sono decisamente ancora poco presenti per poter soddisfare il fabbisogno necessario nel momento in cui la maggior parte delle persone passerà all’elettrico.

Un altro punto impegnativo ha a che fare con le batterie delle auto elettriche.

batterie-auto-elettriche

Le batterie delle auto elettriche

Lo scopo è quello di rendere sempre più efficienti le batterie delle auto elettriche.
Il deterioramento è inevitabile, ma la tecnologia vuole lavorare affinché le batterie elettriche possano durare nel tempo.

Ad esempio la Drexel University, che ha sede a Philadelphia, ha creato una batteria innovativa, scoprendo elementi importanti. I ricercatori dell’università hanno stabilizzato una batteria innovativa al litio-zolfo, in grado di sopportare 4.000 cicli di ricarica senza nessuna perdita significativa dal punto di vista delle prestazioni.

Tutto ciò ha un riscontro effettivo importante nel mercato delle auto elettriche.

I ricerercatori universitari hanno dato vita ad una batteria dotata di nanofibre di carbonio che rivestono il catodo.
Tale strategia consente di aumentare la durata media della batteria stessa: grazie a questo innovativo trattamento è possibile evitare la formazione di polisolfuri intermedi, responsabili del decadimento rapido della batteria.

I ricercatori dell’università americana dichiarano di essere riusciti a stabilizzare con successo una batteria al litio-zolfo.
L’obiettivo è dare il via a ricerche nel campo dell’alimentazione delle auto elettriche.

La densità energetica offerta da batterie di questo tipo è molto alta, con il vantaggio che si tratta di prodotti facili da produrre.
Lo zolfo è un materiale molto più semplice da reperire.
Proteggendo lo zolfo con le nanofibre di carbonio, la batteria è pronta ad un utilizzo di circa 10 anni senza subire perdite di potenza.

Il futuro si chiama innovazione

Ora che il mercato delle vetture elettriche sta crescendo sempre più, è fondamentale che ci sia una crescita reale anche dal punto di vista tecnologico.
I prossimi step definiranno la direzione verso cui questo settore si dirigerà.
L’occasione di rivoluzionare il mercato è enorme e proprio per questo l’intero settore è chiamato a dare il suo meglio.
Anche noi di Guerzoni, attraverso i nostri prodotti, lavoreremo affinche la tecnologia e l’innovazione siano il motore trainante nel settore delle auto elettriche.

Immagine di copertina by Andrew Roberts on Unsplash