Europei pronti all’elettrico.

Lo dichiara il report annuale redatto da EVBox Mobility Monitor sulla base di studi condotti all’interno di 6 Stati europei. Lo scopo è comprendere come le persone vedono il cambiamento climatico in relazione alle autovetture elettriche.
Il 43% degli intervistati considererebbe la possibilità di acquistare un veicolo elettrico in nome della salvaguardia dell’ambiente.
Minor impatto ambientale, minori consumi.

Veicoli elettrici per combattere il cambiamento climatico

I temi che riguardano il cambiamento climatico sono differenti. L’Europa si sta impegnando molto per accelerare la sua corsa verso la salvaguarda dell’ambiente.
Nel 2020 l’energia rinnovabile è diventata la prima fonte di elettricità nell’UE. Un rapporto pubblicato da Ember e Agora Energiewende dichiara che il 38% dell’energia elettrica proviene da fonti rinnovabili.
Ma il cammino è ancora lungo per annullare, entro il 2050, le emissioni.

I Paesi a cui è stata sottoposta la ricerca di EVBox Mobility Monitor sono rispettivamente: Olanda, Germania, Francia, Belgio, Norvegia e Regno Unito.

Il 72% dei tedeschi dichiara che considera il cambiamento climatico e l’impatto dell’automobile sull’ambiente quando decide di acquistare una nuova auto.

Ma il mercato è effettivamente pronto?

Il mercato delle Auto Elettriche non è ancora pronto

Il mercato delle Auto Elettriche è a un punto di svolta. La vendita di motori elettrici non è ancora così sdoganata. La richiesta è alta ma il mercato non è pronto. Certo, negli ultimi mesi sono molte la case automobilistiche che hanno lanciato sul mercato alcuni modelli di auto elettriche.
Ma lo scoglio principale rimane elevato anche per gli intervistati.
Chi non si sente ancora pronto a passare all’elettrico dichiara che sia a causa di un’infrastruttura di ricarica non stabile e non ben sviluppata.

Auto elettriche ricarica in Europa

Photo by Ernest Ojeh on Unsplash

Inoltre i prezzi elevati delle autovetture elettriche disponibili sul mercato non aiutano gli acquirenti.

Alcuni Stati, come Francia e Italia, hanno elargito bonus per chi passa all’elettrico, ma non è ancora sufficiente per abbandonare gli altri tipi di alimentazione nel mondo delle autovetture.

Chi utilizza già un’auto elettrica

Chi utilizza effettivamente un’auto elettrica si ritiene complessivamente soddisfatto (l’89% degli utenti dichiara di non aver mai riscontrato problemi durante la ricarica, ad esempio).
L’82% dichiara inoltre che rimarrà all’elettrico.
Questo dimostra che chi prova l’elettrico in generale rimane soddisfatto e non ha intenzione di cambiare.

Quello che ci si aspetta è che i Governi – e l’Unione Europea – adottino misure che puntino a facilitare l’acquisto l’elettrico. Eco-incentivi, bonus, ma anche infrastrutture dedicate alla ricarica e una miglior comunicazione rispetto ai vantaggi di adottare l’elettrico.

tesla auto elettrica

Photo by Austin Ramsey on Unsplash

Il mercato poco a poco calerà i prezzi. Anche Tesla ha dichiarato che farà uscire a breve il primo modello user consumer: con un prezzo di 25 000 dollari sarà alla portata di (quasi) tutti.

Come il Green Deal impatterà sul mercato delle auto elettriche

Dopo il Covid-19 l’Europa sta attuando diversi piani per rilanciare l’economia. L’obiettivo primario e dichiarato è quello di ricostruire un’Europa più verde e più tecnologica. Entro il 2050 l’UE vuole raggiungere un’economia a zero emissioni, sostenibile, priva di sostanze tossiche e completamente circolare.

Questo è sicuramente il momento migliore per investire sull’elettrico.

Gli incentivi e i propositi ci sono.
La richiesta pura.
Vedremo quali saranno le prossime mosse del mercato automobilistico e dei Governi.

 

Immagine di copertina Photo by Tommy Krombacher on Unsplash