Come scegliere e installare correttamente gli isolanti elettrici: guida agli errori più comuni da evitare

Febbraio 19, 2024

Gli isolanti elettrici sono componenti fondamentali per la protezione e il corretto funzionamento di qualsiasi impianto elettrico. Una scelta sbagliata o un’installazione non a regola d’arte possono comprometterne l’efficacia e causare rischi di cortocircuiti, scariche elettriche, surriscaldamenti e incendi. Vediamo quali sono gli errori più comuni da evitare nella selezione e posa in opera degli isolanti elettrici.

Scegliere isolanti elettrici non idonei all’utilizzo previsto

Esistono molte tipologie di isolanti elettrici, che si differenziano per caratteristiche come la rigidità dielettrica, la resistenza termica, la resistenza meccanica, l’assorbimento d’acqua e via dicendo. È quindi fondamentale scegliere il materiale isolante più adatto all’uso che se ne deve fare, verificando che sia idoneo per tensione, temperature e altre condizioni di esercizio previste. Ad esempio, per isolamenti destinati ad ambienti umidi o all’esterno occorrono materiali con basso assorbimento d’acqua.

isolanti elettrici, fusibili
Close up circuit breakers and wire in control panel.

Dimensionare male gli spessori

Lo spessore di un isolante determina la sua rigidità dielettrica, ovvero la capacità di resistere al passaggio di corrente. Dimensionare spessori insufficienti solo per contenere costi e ingombri può pregiudicare questa caratteristica, mentre spessori eccessivi non apportano benefici ma solo maggiori costi. È importante attenersi agli standard di sicurezza ed alle indicazioni dei produttori.

Trascurare distanze e superfici di fuga

Le distanze di fuga  tra conduttori e le superfici di fuga esterne su materiali isolanti sono parametri chiave per evitare scariche disruptive, archi elettrici e cortocircuiti. Nell’installazione di quadri, cavi e altri componenti è essenziale rispettare le distanze e dimensioni minime previste dagli standard nazionali (CEI) ed europei (EN).

Utilizzare materiali isolanti deteriorati

Col tempo e l’uso gli isolanti possono deteriorarsi per sollecitazioni termiche, meccaniche, chimiche e altri fattori ambientali. È buona norma ispezionare periodicamente le loro condizioni ed eventualmente sostituire quelli danneggiati o eccessivamente invecchiati. Non risparmiare sulla manutenzione e non utilizzare mai isolanti rovinati o compromessi.

Posare cavi e conduttori in modo disordinato

Una posa disordinata e ravvicinata di cavi e conduttori può comportare riduzioni delle distanze di fuga al di sotto dei livelli di sicurezza. Meglio organizzare le pose utilizzando canaline, fascette, controsoffitti e altri sistemi ordinati.

Fissaggio inadeguato degli isolanti elettrici

Gli isolanti devono essere installati in modo stabile, resistente a vibrazioni, strappi e altre sollecitazioni. Un fissaggio poco solido può causarne lo spostamento e il danneggiamento. Scegliere metodi di installazione e materiali di supporto idonei.

Oltre a questi accorgimenti, per un impianto a norma è bene consultare la documentazione tecnica degli isolanti scelti e le linee guida del Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI). Per consigli specifici, rivolgersi a un elettricista qualificato.

Torna in alto